cisis

Quali trattamenti sono disponibili?

Oltre ai vetri o alle lenti a contatto, ci sono più o meno procedure chirurgiche. I trattamenti più comuni sono quelli in cui il tessuto viene rimosso dalla cornea mediante un fascio laser immondo tale che il raggio di curvatura della cornea cambia in base alla necessaria correzione.

LASIK

Cornea dopo LASIK
Cornea dopo LASIK

Qui solamente: il metodo più comune, ma con le maggiori complicazioni è il LASIK (laser in situ keratomileusis). Si tratta di tagliare ampiamente nella cornea un lembo (flap). Questo viene aperto per poter dirigere nella profondità del tessuto corneale il raggio laser e rimuovere del tessuto (nero, tessuto ablato). Dopo l'ablazione laser, il lembo viene di nuovo ripiegato, e la geometria corneale, cambiata attraverso l’ablazione laser, continua praticamente quasi sulla superficie della cornea. Così nei miopi viene rimosso nel centro della cornea più tessuto che ai bordi, in modo che la cornea possa essere resa più piatta. Lo svantaggio di questo metodo è che il lembo non ricresce più e pertanto non contribuisce più alla stabilità della cornea. Il risultato è un indebolimento della stabilità corneale, che può portare ad una grave complicazione postoperatoria a lungo termine, la cheratectasia post lasik. Lo spessore corneale d biomeccanicamente efficace (d), che fornisce informazioni sulla stabilità della cornea, quindi è molto inferiore allo spessore corneale anatomico. Molto più sicura, di conseguenza, è l'ablazione laser alla superficie (PRK, LASEK). In questo modo la cornea è infatti indebolita dalla rimozione di tessuti per la correzione diottrica, ma questo in maniera molto minore, perché il lembo è omesso, e quindi gravi complicazioni a lungo termine sono rare.

LASEK, PRK

Lo svantaggio del PRK e del LASEK rispetto al LASIK, é che nel LASIK, vi é pocco o nessun dolore postoperaorio - con il LASEK e il PRK invece ve ne possono essere di molto forti. Ció é dovuto alla speciale nervatura nella cornea. Vi sono recentemente sempre più impianti di lenti nell´ interno dell´occhio (facci IOL). La correzione della cornea viene trasferita all´interno dell´occhio.

Phakic IOL

Lo svantaggio (come spiegato dettagliatamente nella voce del menù Background scientifico) sono a volte gravi complicazioni a lungo termine. A causa die queste complicazioni a lungo termine come la cataratta, il glaucoma, lo scompenso corneale, ecc., secondo me questo metodo non dovrebbe essere utilizzato. In nessun caso dovrebbe essere applicato in pazienti ancora relativamente giovani, poiché la probabilità di una complicazione con il "periodo di portata" del PIOL aumenta.

I cambi die obiettivo

Quando la sostituzione dell´obiettivo é come un´operazione a stella, l´obiettivo naturale viene rimosso e sostituito con un obiettivo artificiale. Questo é relativamente sicuro nelle mani die un chirurgo di occhio esperto. Tuttavia, poiché questo elimina la capacità di regolare laccio tra la distanza e la prossima e la probabilità di oscurare la capsula dell´obiettivo é maggiore il più giovane del paziente, questa procedura (lo scambio di lenti) non dovrebbe essere utilizzata nei pazienti più giovani (meno die 50 anni). Per i pazienti più anziani, tuttavia, é una buona possibilitá di correggere chirugicamente gli errori di rifrazione più elevati.

CISIS: La tecnologia MyoRing

Meccaniscmo di azione nel CISIS - MyoRing
Meccaniscmo di azione nel CISIS - MyoRing

 

Mentre con il trattamento laser viene rimosso del tessuto in modo irreversibile, per appiattire la cornea centralmente e correggere la miopia, con il CISIS viene aggiunto del volume (MyoRing) nella periferia. In questo modo le lamelle di collagene della cornea devono fare una "deviazione" attorno al MyoRing, il che porta anche ad un appiattimento centrale della cornea e alla correzione della miopia, senza sacrificare del tessuto. Il MyoRing è quindi completamente reversibile. Nell'immagine il contorno più chiaro mostra schematicamente il corso della cornea prima del MyoRing, e il contorno scuro, il corso della cornea dopo il MyoRing. Le due piccole forme rotonde rappresentano le sezioni del MyoRing.

La cornea dopo il CISIS con MyoRing
La cornea dopo il CISIS con MyoRing

Tramite la struttura come anello completo e chiuso con caratteristiche particolari (rigido e flessibile con memoria di forma) sono trattabili miopie da -1 a 25 diottrie in modo efficace, sicuro e reversibile. Poiché si tratta di una correzione di miopia biomeccanica, in cui la geometria cornea deve adattarsi ad un nuovo equilibrio intorno al MyoRing, potrebbero passare alcune settimane fino al raggiungimento dell'acuità visiva finale - pertanto è particolarmente importante considerare ciò riguardo ad eventuali attività lavorative.

Poiché il MyoRing giace in una cornea completamente chiusa, non vi è, a differenza del LASIK, nessun indebolimento della cornea. Come spiegato in dettaglio nella voce del menù Background scientifico, la tasca lamellare nella cornea per la ricezione del MyoRing è biomeccanicamente neutra e con l’introduzione del il MyoRing nella cornea, la stabilità biomeccanica corneale viene rafforzata di più del fattore 2. Mentre nel LASIK, l’effettivo spessore corneale biomeccanico è inferiore a quello anatomico, con il MyoRing è proprio l'inverso. Il MyoRing rafforza la cornea in modo che lo spessore corneale biomeccanico efficace d normalmente è anche maggiore di quello anatomico.

 

 

it