cisis

Risultati - descrizioni di casi

 

ID paziente 2396

Una donna di 26 anni con forte miopia di circa 10 diottrie in entrambi gli occhi è stata sottoposta all'occhio sinistro ad un trattamento MyoRing. Lei di solito porta le lenti a contatto, ma non le tollera bene e soffre ripetutamente di infezioni oculari gravi. Prima del trattamento MyoRing, la paziente aveva la seguente rifrazione e acuità visiva:

cc           1.0         con         -10.5 s -0.25 c x 145°      I              sc           conteggio delle dita

Un anno dopo il trattamento, la paziente aveva la seguente rifrazione e acuità visiva:

cc           1.0         con         -0.5s -1.25 c x 150°          I             sc           0.7

La paziente è molto soddisfatta ed ha pianificato di trattare l'occhio destro prossimamente nello stesso modo. Nell'occhio destro porta ancora una lente a contatto. Lei trascorre quasi tutta la giornata senza ricorrere a delle lenti. Se toglie la lente a contatto a destra, a sinistra ha una buona acuità visiva senza bisogno di lenti.

ID paziente 3884

Una donna di 25 anni, con grave miopia, associata ad un alto astigmatismo regolare in entrambi gli occhi, è stata sottoposta ad entrambi gli occhi ad un trattamento MyoRing. Di solito portava le lenti a contatto, che tollerava difficilmente e, occasionalmente, anche degli occhiali piuttosto forti, con i quali aveva dei problemi estetici. Prima del trattamento MyoRing, la paziente aveva la seguente rifrazione e acuità visiva.

A destra  cc           1.0         con         -7.25 s – 4.0 c x 5°           I             sc           conteggio delle dita

A sinistra     cc           1.0         con         -9.25 s -2.75 c x 175°      I             sc           conteggio delle dita

Un anno dopo il trattamento MyoRing, la paziente aveva la seguente rifrazione e acuità visiva:

A destra  cc           1.0         con         +1.25 s – 2.75 c x 25°      I             sc           0.6

A sinistra     cc           1.0         con         +0.25 s -1.25 c x 0°          I             sc           0.8

Nei primi mesi dopo il trattamento iniziale MyoRing, all’occhio destro è stato eseguito per due volte un cambio di MyoRing per ottimizzare il risultato. Il cambio del MyoRing è quasi altrettanto facile come il cambio di una lente a contatto - assolutamente indolore e di solito richiede meno di un minuto. La paziente è soddisfatta e non ha quasi bisogno di alcun espediente visivo. Per esigenze particolari, come guidare una macchina di notte, porta degli occhiali leggeri.

ID paziente 5477

Una paziente di 48 anni con miopia estremamente elevata si è sottoposta ad un CISIS. Prima del CISIS la paziente aveva

A destra  cc           0.6         con         -16.50 s -0.5 c x 55°         I             sc           conteggio delle dita

A sinistra     cc           0.6         con         -16.00 s – 0.5 c x 55°       I             sc           conteggio delle dita

1 anno dopo il CISIS la paziente aveva la seguente rifrazione e acuità visiva:

A destra  cc           0.6         con         -1.0 s                                  I             sc           0.5

A sinistra     cc           0.6         con         -1.5 s                                  I             sc           0.4

La paziente è in grado di far fronte alla vita quotidiana senza alcun espediente visivo.

ID paziente 2949

Una paziente di 22 anni soffre di miopia e tollera male le lenti a contatto. È venuta quindi alla visita preliminare per eseguire un trattamento laser. Si è riscontrata una topografia corneale sospetta e la paziente è stata scoraggiata ad effettuare un trattamento laser a causa del rischio di cheratectasia postoperatoria dopo il trattamento laser. Prima di tutto è stato eseguito un CISIS nell'occhio sinistro. Prima del CISIS la paziente aveva la seguente rifrazione e acuità visiva:

A destra  cc           1.0         con         -6.0 s -0.75 c x 175°         I             sc           0.05

A sinistra     cc           1.0         con         -7.25 s – 0.75c x 165°      I             sc           0.05

1 mese dopo il CISIS, il MyoRing è stato cambiato con uno di un’altra dimensione, perché il risultato per la paziente non era ancora soddisfacente. Dopo un altro mese, la paziente aveva nell'occhio sinistro trattato

A sinistra     cc           1.0         con         -0.5 s – 1.0 c x 5°              I             sc           0.8

Tuttavia lei non era soddisfatta. In particolare, le dava fastidio che si verificavano di notte delle luci diffuse intorno a fonti di luce ed effetti di abbagliamento. Il MyoRing è stato rimosso su richiesta della paziente. La rimozione del MyoRing è una procedura innocua e indolore, e richiede solo circa un minuto. Una settimana dopo la rimozione del MyoRing, la paziente aveva la seguente rifrazione e acuità visiva

A destra  cc           1.0         con         -6.0 s -1.0 c x 5°               I             sc           0.05

A sinistra     cc           1.0         con         -7.25 s – 1.25 c x 170°     I             sc           0.05

Il paziente porta di nuovo i suoi vecchi occhiali ed ora, tranne per il fatto che deve indossare di nuovo gli occhiali, non ha dolori.

ID paziente 3844

Una paziente di 23 anni con intolleranza alle lenti a contatto è venuta per una visita preliminare con il desiderio di effettuare un trattamento laser contro la miopia. Dal momento che la paziente è affetta da reumatismi, un trattamento laser era controindicato, in quanto ciò può portare a un offuscamento irreversibile della cornea centrale. La paziente aveva un alto livello di sofferenza riguardo ad una vista senza occhiali. All’inizio avevo respinto anche il CISIS, perché non è noto se ci possa essere una reazione dei tessuti contro il MyoRing, con conseguente offuscamento nella cornea a causa di reumatismi. Dopo una discussione approfondita, abbiamo concordato di rischiare il trattamento con il MyoRing a condizione che la paziente venga strettamente controllata per almeno 6 mesi, e che al minimo segno di opacità corneale il MyoRing sarebbe stato immediatamente rimosso.

La rifrazione e l’acuità visiva prima del CISIS era:

A destra  cc           1.0         con         -2.25 s -0.75 c x 70°                       I             sc           0.4

A sinistra     cc           1.0         con         -2.75 s – 0.5 c x 100°                      I             sc           0.3

6 mesi dopo il CISIS la paziente aveva

A destra  sc           1.0

A sinistra     cc           1.0         con         +0.25 s – 0.75c c x 150°                 I             sc           0.8

Fino ad ora, dall’ultima visita, non si è mostrata alcuna opacità corneale. La paziente è molto soddisfatta e non ha più bisogno di alcun espediente visivo.

ID paziente 2853

Una paziente di 24 anni con miopia

A destra  cc           1.0         con         -9.0 s -1.0 c x 0°               I             sc           conteggio delle dita

A sinistra     cc           1.0         con         -10.0 s – 0.75 c x 170°     I             sc           conteggio delle dita

si è sottoposta ad un CISIS.

Un anno dopo il CISIS, la paziente aveva

A destra  cc           1.0         con         -0.5 s -0.5 c x 10°                           I             sc           0.7

A sinistra     cc           1.0         con         --0.25 s – 0.5 c x 170°                    I             sc           0.8

La paziente è soddisfatta e non ha quasi bisogno di alcun espediente visivo. Solo di notte durante la guida utilizza occasionalmente gli occhiali.

ID paziente 4225

Un paziente di 26 anni miope con cornea molto sottile in entrambi gli occhi (destra 470 µm, sinistra 480 µm), ma senza anomalie topografiche rispetto al cheratocono, si è presentato con la seguente rifrazione e acuità visiva:

A destra  cc           1.0         con         -7.0 s -2.5 c x 15°                            I             sc           conteggio delle dita

A sinistra     cc           1.0         con         -8.0 s – 2.25 c x 160°                      I             sc           conteggio delle dita

A causa della sottile cornea, un trattamento laser è fuori discussione. Il paziente aveva anche pupille molto dilatate, cosicché con l’esecuzione di un CISIS ci si sarebbero dovuti aspettare probabilmente dei fenomeni di abbagliamento di notte intorno a fonti di luce. Sia per il trattamento laser, sia anche per il CISIS, vale il fatto che maggiore è la correzione diottrica, minore è la zona ottica. Ma se si dividono le diottrie in 2 trattamenti indipendenti (per es. LASEK e CISIS), allora per ogni singola parte del trattamento vale la zona ottica del rispettivo trattamento parziale. In questo modo si può realizzare una zona ottica più grande, e quindi ridurre la probabilità di fenomeni di abbagliamento notturni. Poiché il MyoRing è un anello completamente chiuso, è in grado di rafforzare la cornea di un fattore superiore a 2. Pertanto, anche nel caso che si tratti di un cheratocono non diagnosticato del paziente, non sussiste nessun rischio di una cheratectasia nonostante l’ablazione laser. Dopo un’ampia discussione con il paziente, abbiamo concordato di effettuare una combinazione di LASEK e CISIS.

Un anno dopo il CISIS il paziente aveva

A destra  sc           1.0

A sinistra     sc           1.0

Lo spessore corneale, nonostante la significativa correzione diottrica, è ridotto solo di circa 15 µm, il che in uno spessore corneale con il MyoRing biomeccanicamente effettivo di ora più di 900 µm, non ha alcuna importanza. Il paziente non ha alcun fenomeno di abbagliamento fastidioso di notte, ed è estremamente soddisfatto dei risultati. Non ha più bisogno di espedienti visivi in ogni situazione della sua vita.

it